Caduta dei Dogmi (Nessun motivo di credere che il Paradiso sia in cielo e che sia pieno di luce)

2021

Polittico: 4 stampe fotografiche su carta baritata in cornice di legno a cassetta con vetro museale, 30x45 cm cad. 

luce sopra buono b copia-min.jpg
buio sopra buono b-min.jpg
buio%20sopra%20buono%20b-min_edited.jpg
luce%20sopra%20buono%20b%20copia-min_edi

Nell’Angolo ci sono due secchi, uno sotto con la bocca verso l’alto e uno sopra con la bocca verso il basso, uno contiene la tenebra e l’altro contiene la luce. Per quattro volte si ottiene un ribaltamento di sopra - sotto, alto - basso, luce - buio, bene - male, paradiso - inferno. 

Dopotutto non c’è motivo di credere che il Paradiso sia in cielo e che sia pieno di luce. Il dogma per il quale la luce appartiene all’alto e la tenebra al basso lascia il tempo che trova, la verità è che luce e buio diventano la stessa cosa, perdono il loro significato, così può accadere che salendo ci si ritrovi in basso, o che scendendo si capiti in alto, come su una scala di Escher. 

La volontà umana nell’ambito del progresso, di illuminare il mondo per trovare il vero, il bello e il buono non pare aver funzionato granché. Facendo luce in ogni angolo della Terra con luci artificiali non abbiamo raggiunto una coscienza più elevata, un’animo più buono e una conoscenza che ha portato del bene, anzi, più illuminavamo le città più dentro di noi calava il buio e calava la sensibilità.

Forse allora non dovremmo illuminare il mondo, ma dovremmo imparare a vedere al buio.