Apparizione Ctonia

2019

Angolo Bianco, coniglio scolpito, secchio di ferro zincato grande, pittura nera del tipo vantablack.

Un coniglio alato si libra nell’alto di un angolo e nell’angolo opposto, in basso, si trova un secchio buio e profondo fino al sottosuolo. L’apparizione di un angelo etereo che è ancora pesante della carne e legato alla Terra. La negazione dell’esistenza della Morte per come la conosciamo sta nelle trasformazioni del coniglio, nella sua elevazione nonostante sia un animale ctonio, sotterraneo. La sua Vita continuerà gocciolando nella cavità sottostante e poi tornerà di nuovo aerea per mezzo dell’evaporazione. Su e giù, in un movimento continuo che nega la fine. Il culto del cadavere. 

Uno scatto dell'installazione è stato esposto alla mostra

Contra Me Giusto

a Cura di Gaia Fattorini

Labs Gallery Bologna

In Apparizione Ctonia, un coniglio alato è appeso in alto in un angolo, perpendicolarmente, a terra, si trova quello che all’apparenza è un banale secchio di latta, ma che in realtà non ha fondo, penetra nel sottosuolo. Il coniglio è la negazione dell’esistenza della morte per come la conosciamo: si è trasformato, è diventato altro, si è elevato in cielo nonostante sia un animale ctonio, ovvero sotterraneo. La sua vita continua gocciolando sangue dentro le viscere della terra, poi tornerà di nuovo aerea ed eterea per mezzo dell’evaporazione.

 

Gaia Fattorini

valepalmi94@yahoo.it

+39 335 6045 420

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon

©Vale Palmi | Ogni immagine e testo è protetto da diritti d'autore