Memoriale attivo (con invito)

2021
Mattoni di gasbeton, ossa varie, nicchia, olio essenziale di Palo Santo.
300x570x56 cm.

DSC_7274.jpg

"La linea orizzontale ci spinge verso la materia, quella verticale verso lo spirito” Franco Battiato

In questo Tau la linea orizzontale non blocca lo scorrere di quella verticale, il fruitore viene invitato a trovare e percorrere la linea verticale fino a sfondare la barriera orizzontale per penetrare la speciale testa illuminata da un’aureola di luce (la nicchia). Questo portale concavo, incavato nel muro da secoli, può portare l'uomo indietro nel Tempo, a quando la Villa fu costruita e lungo tutta la sua storia, rendendolo testimone di fatti onorevoli o infimi.

 I mattoni sembrano esercitare una certa compressione sulle ossa, ma ad una seconda occhiata si nota che sono le ossa a reggere i mattoni e l’intera scultura, che è rappresentazione della struttura nella quale è ospitata.

Il memoriale, che consacra i partigiani rastrellati lungo la via Porrettana, tenuti prigionieri nei sotterranei, uccisi e seppelliti nel giardino di Villa Davia, emana un inebriante odore di Palo Santo, spalmato direttamente sulle ossa, è l’attivatore che ci consente di avere una vera e propria ripercussione nella realtà, l'arte perde così la sua caratteristica di neutralità e di finzione, e ci permette di comunicare e rendere omaggio ai Morti.